20 ottobre 2014

English scones





Non c'è English Tea senza scones, ma perché relegarli solo all'ora del tè?

Sono buoni, fragranti, non troppo dolci e da oggi per me sono anche velocissimi da fare!

Li ho sempre preparati a mano, lavorando il burro e la farina con le dita, operazione non troppo veloce...ma ho trovato, spulciando in rete, la videoricetta di Mark Bitmann e ho imparato a prepararli in un attimo.

Io ve li consiglio anche per la colazione: sono rapidissimi da fare e in un attimo avrete pronta una colazione da coccola :)

Ingredienti e procedimento per circa 8/10 scones

Mettere in un mixer

240 g farina da dolci (senza molto glutine)
44 g di zucchero (io zucchero di canna)
10 g di lievito per dolci
2,5 g di sale

lavorare con dei piccoli colpi di mixer e aggiungere

1 uovo intero
e tanta panna quanta serve a formare un impasto bricioloso e non troppo bagnato da 80 g a 150 g circa (dipende dalla farina e dalla grandezza dell'uovo).

lavorare ancora con piccoli colpi di mixer e rovesciare le briciolone su di un piano infarinato.

Compattare l'impasto e schiacciare fino ad ottenere in panetto abbastanza liscio alto circa 3 cm






Coppare con la forma desiderata e mettere sulla placca del forno ricoperta di carta forno.





Bagnare la superficie degli scones con poca panna e spolverare con zucchero di canna.

Infornare per 10 minuti nel forno già caldo e gustare aperti a metà, accompagnati con con un cucchiaino di mascarpone ed uno della marmellata che preferite (noi di arance rosse di Sicilia ma gli inglesi li mangiano solo con 
quella alle fragole).


Ottimi, davvero!

Se dovessero avanzarvene, potete sempre riporli in un contenitore e scaldarli aperti a metà al momento di mangiarli. Restano buoni per un paio di giorni :)





16 ottobre 2014

Flatbread libanese grigliato

Oggi, 16 ottobre, è il World Bread Day e io non potevo non postare il pane più facile, veloce e versatile del mondo!



La mia ispirazione viene da Mark Bittman e il suo Minimalist sul New York Times.

Il suo programma è davvero ben fatto e in pochi minuti spiega ricette di tutto il mondo...io vi consiglio davvero di guardarlo.

Il Flat Bread è un pane che si impasta in un attimo, che lievita in un'ora circa e che si cuoce in poco tempo su una griglia e poi può diventare aperitivo, stuzzichino o , come lo prepareremo noi questa sera il contenitore per un kebab fatto in casa!

PROVATELO!



Ingredienti:

3 cup di farina 0 
1 cup di acqua a temperatura ambiente
1 bustina di lievito secco attivo
1 cucchiaino di sale
olio per spennellare e a piacere sesamo o spezie

Impastare brevemente sul piano di lavoro, aggiungendo il sale alla fine, per non intaccare il lavoro del lievito.

Dividere l'impasto in palline da 80/100 g e mettere in un piatto separate e un po' oliate coperte a lievitare per circa un'ora.

Scaldare una griglia e tirare una ad una le palline (a seconda della finezza verrà più o meno croccante) spennellare con olio e mettere sulla griglia ben calda.

Spennellare d'olio la parte superiore e ricoprire a piacere di sesamo, sale in fiocchi e/o spezie (lui parla dello  za’atar). Girare quando inizierà a fare le bolle e lasciare cuocere qualche minuto.

Il pane è PRONTO

Mangiare immediatamente...ma questo non ve lo devo nemmeno dire :)

15 ottobre 2014

Lumachelle orvietane




Questa è una ricetta davvero letta e riletta ma che mai mi sono ricordata di provare.

Il mio faldone di ricette è troppo pieno e spesso riproduco cose già fatte: sia per migliorarmi, sia perché sono sicura (o quasi..) del risultato.

Oggi invece mi sono lanciata e ho prodotto queste sfiziosissime lumachelle in due versioni: con i ciccioli e con lo speck.

Che dire...la ricetta è di Paoletta e questo è già una garanzia. Sono davvero buonissime e ho dovuto lottare contro i familiari che quando le ho sfornate le hanno addentate bollenti!

Io vi consiglio di farne la dose doppia, come ho fatto io e non ne rimarrete delusi!


Ingredienti:

250 g  farina 0 (io farina 
Enkir e farina Meraviglia del Molino Grassi)
140 g acqua (io 150/160 g)
100 g pancetta (io speck e ciccioli)
50 g pecorino grattugiato finemente (io metà pecorino e metà parmigiano)
10 g strutto
10 g olio extra vergine d'oliva (1 cucchiaio)
10 g lievito (io mezza bustina di quello secco attivo)
1 pizzico di sale
1 pizzico di pepe



Premetto che io ho fatto la doppia dose d'impasto, come detto.

Ho fatto la fontana con la farina e ho sciolto il lievito con l'acqua a temperatura ambiente.

Ho lavorato per bene e ho aggiunto sale, pepe, formaggi grattugiati, olio e strutto.

Impastato di nuovo molto bene, alla fine ho diviso a metà l'impasto: in una metà ho introdotto 100 g di ciccioli di maiale a bricioloni e nella restante metà circa 100 g di speck tagliato a piccoli dadini.

Reimpastato il tutto ho messo a lievitare i due impasti per circa 45/50 minuti.

Ho ripreso l'impasto e suddiviso in palline da circa 25/28 g l'una. 

Ho tirato dei rotolini sottili e ho arrotolato delle lumachelle, cercando di non stringere eccessivamente) che ho messo a lievitare distanziate su teglie ricoperte da carta forno per circa 20 minuti.

Ho infornato a 190° circa per 15 minuti e poi abbassato a 150° per altri 5/10 minuti.

Sono saporite e profumatissime!

Da provare per un aperitivo o per un buffet :)



P.S. Tengo a precisare che tutti gli ingredienti utilizzati per la preparazione sono stati accuratamente scelti ed acquistati da me e che i consigli scaturiscono esclusivamente dal mio gusto personale.

13 ottobre 2014

Compiti, coccole e cioccolato!

Compiti, tutti i giorni e la domenica non è da meno.

Ci vuole qualcosa che dia la carica e che ci faccia ricordare che, nonostante tutto, oggi è festa!

Prendo allora il mio librone delle ricette, una cartelletta piena zeppa di foglie e foglietti, che mi piace sfogliare e chi mi fornisce sempre qualche buona idea...

Oggi ho ritrovato una torta al cioccolato e, pur non ricordando chi me l'abbia data, la voglio provare subito, perché mi ispira moltissimo.

E' una torta semplicissima e veloce, che però ci cambia il pomeriggio e che è piaciuta tanto :)



TORTA DI CIOCCOLATO DI NONNA PAPERA

Ingredienti per una teglia da 22/24 cm di diamentro

250 g di cioccolato fondente (io al 70% di cacao)
100 g di burro
100 g di zucchero (io di canna)
100 g di latte intero
4 uova intere
200 g di farina (io Farina MIRACOLO QB Molino Grassi)
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
1 cucchino di estratto di vaniglia 
uno splash di cognac

A bagnomaria ho sciolto il cioccolato con lo zucchero, il burro ed il latte.
Ho mescolato bene e ho lasciato raffreddare il composto sciolto.
Ho aggiunto la farina setacciata con il lievito, mescolato ben bene e alla fine ho incorporato le uova leggermente sbattute, il sale, l'estratto di vaniglia fatto in casa e il cognac.
Mescolato il tutto ho versato in una teglia imburrata e ricoperta con carta forno e ho infornato a 180° (forno già bello caldo).
Ho lasciato cuocere per circa 30 minuti. Fare la prova stecchino, che deve uscire asciutto, anche se la torta deve rimanere bella morbida e non eccessivamente asciutta!

Ho accompagnato (dopo aver lasciato raffreddare impazientemente la torta...) con panna montata a mano con la frusta addizionata di uno splash generoso di vaniglia e nulla più...ottima e confortante!

10 ottobre 2014

Panini al cardamomo e cannella

Ricomincia l'autunno e con lui il tempo delle merende confortanti, che sanno di cannella e di spezie, da assaporare durante il pomeriggio, con una bella tazza di tè fumante e che ti fanno sentire tanto a casa.
Questa ricetta, che vi propongo oggi, l'ho scoperta, provata e amata, da lei, la mia grande ispiratrice, Comida de Mama.
So sempre che le sue ricette sono precise e di sicura riuscita, ma di questa mi sono davvero innamorata!
Il profumo di questi panini inonderà il vostro forno e la vostra cucina e vi trasporterà direttamente nell'Europa del Nord...attenti alle renne!


Kanelbullar -Piccole roselline di cardamomo e cannella
ingredienti per circa 30 roselline
250 ml di latte intero tiepido
100 gr di zucchero
un cubetto di lievito da 25 gr (io uso sempre una bustina di lievito secco attivo)
1 uovo intero
120 gr burro morbido
15 capsule di cardamomo verde
due pizzichi di sale fine
buccia di un’arancia finemente grattugiata
650 gr di farina 00

per il burro alla cannella

100 gr di burro a temperatura ambiente
50 gr zucchero
3 cucchiaini di cannella
per spennellare
un tuorlo d’uovo
tre cucchiai di panna liquida
zucchero
a. In una ciotola sciogliere il lievito con il latte tiepido e lo zucchero. Rimuovere i semi del cardamomo dalle capsule e ridurli in polvere con un macinino. A parte mescolare l’uovo, il burro, il sale, la buccia di arancia e il cardamomo. Unire i due composti e amalgamare aggiungendo la farina. Trasferire in una spianatoia l’impasto e lavorare a mano fino ad ottenere una palla di pasta elastica e morbida. Mettere la pasta in un’ampia ciotola, incidere a croce la superficie, coprire con un foglio di plastica o con un panno umido e lasciare lievitare per due ore al riparo da correnti di aria. Il volume si duplicherà. Dividere l’impasto in quattro parti e su un piano di lavoro infarinato stendere quattro rettangoli 20×30 cm spessi 2-3 mm, spalmare su ciascuno di questi un quarto del burro indicato, spolverare di zucchero e cannella e arrotolare formando quattro salami, Tagliare a grosse V, più che V possiamo parlare di piccoli trapezi isosceli di base minore 2cm e base maggiore 5 cm, o di V dalla punta molto larga per chi ha sempre odiato la geometria. Possono essere tagliati anche più piccoli, in fase di cottura aumenteranno ancora di volume.
Prendere ogni singolo pezzo, poggiarlo sul lato più lungo. Con due dita premere sulla punta in alto fino a raggiungere il piano. Se la superficie è stata uniformemente imburrata la sfoglia si muoverà facendo uscire il colore brunastro della cannella.
Disporre le roselline ben distanziate su una placca da forno, coperta da carta da forno.
Spennellare con l’uovo e la panna mescolati precedentemente insieme, spolverare leggermente con zucchero e lasciare in lievitazione ancora 30 minuti prima di infornare per 20 minuti a 180°, fino a doratura avvenuta, avendo cura di controllare che anche la parte sottostante sia cotta.

p.s. Ho messo le roselline in una teglia a forma di cuore, ricoperta con della carta forno, cercando di posizionarle con la punta verso l'alto. Ho lasciato lievitare, coprendo la teglia per circa 1 ora a temperatura ambiente e ho infornato a 180° per circa 30 min.