Focaccia morbida da farcire dopo...o prima?!


Mi piace girovagare tra i blog, alla ricerca di ricette da sperimentare, da idee da provare e spesso cerco ispirazione dalla carissima Paoletta, di Anice e Cannella perché ha ricette spiegate bene e testate personalmente da lei, che è una esperta panificatrice.

Alla ricetta ho apportato qualche piccola modifica, più per colpa di mancanza di ingredienti in casa  che per voler fare qualcosa di diverso da lei, ma quando decido di impastare...parto in ogni caso, con quel che ho a disposizione!

FOCACCIA MORBIDA vedi anche qui per l'originale

Ingredienti:

500 gr. di farina 0 (io ho fatto 350 g di 0 e 150 g di farina di farro biologica acquistata a Siena)
 
9 gr di lievito di birra fresco (io 3 g di quello disidratato)
12 gr di fiocchi di patate - preparato pronto per purè (io lo stesso peso di latte in polvere...non avevo in casa le buste pronte per il purè)

18 gr di strutto


10 gr olio extravergine


da 300/310 gr di acqua (dipende dalla farina, l'impasto deve essere morbido e lavorabile)

10 gr di sale

1/2 cucchiaino di malto

Procedimento:

Ho impastato a mano tutti gli ingredienti in pochi minuti, il tempo di amalgamare il tutto e non avere striature nell'impasto (in realtà ha impastato il mio 11enne appassionato di cucina).
Ho messo in una ciotola di vetro e coperto con un sacchetto di plastica e fatto lievitare 2 ore circa, anche 2 ore e 1/2.
Quando ho ripreso l'impasto l'ho rovesciarto sulla spianatoia leggermente infarinata, l'ho steso leggermente e ho fatto le pieghe a 3 (servono a dare maggiore struttura all'impasto).
Ho fatto riposare coperto da a campana dalla ciotola di vetro per circa 1 ora. Poi ho steso delicatamente l'impasto direttamente nella teglia (circa 40x30 cm) ben oliata, e con le mani ben unte di olio.
Su metà impasto ho sciacciato dei mezzi pomodorini e ho lasciato riposare in forno spento (per evitare correnti d'aria) per circa 30 minuti.


Ho salato in superficie, spolverato la parte con i pomodorini di un preparato aglio-peperoncico-prezzemolo disidratati (acquistato in erboristeria sempre a Siena) e infornato a 250°statico fino a doratura.
Come suggerisce Paoletta si può farcire dopo la cottura, oppure far sciogliere, a cottura ultimata, del formaggio per pochissimo...buonissima e morbida. Si può anche farcire!

Commenti

Francesco Maula ha detto…
Eh no, coi pomodorini mi fa morire... Troppo buona, complimenti davvero! :-)
Barbara ha detto…
Devo dire che la parte con i pomodorini si è mantenuta bella morbida (e saporita)...grazie Francesco! ;)

Post più popolari