La mia baguette!


Se avete a disposizione una giornata e mezza di libertà, che fate?
Shopping con le amiche, gita in famiglia, lettura, lavatrici e ferro da stiro?!
Io no. Io panifico.
Aspetto di avere un po' di tempo per poter provare le ricette in cantiere da tanto (troppo) tempo e alla fine ne esco stanca ma appagata e rilassata.

La pausa del 1° maggio mi ha permesso di:
-rianimare il lievito madre che boccheggiava in frigorifero (è vivo e vegeto);
-impastare la piadina per la cena prefestiva;
-preparare il pan bauletto (qui sopra);
-fare una bella passeggiata con la famiglia e...
-preparare tre bellissime baguette.

Non è difficile, ma ci vuole un po' di tempo...la baguette necessita di tempo ma poi ti ricompensa!




Come si prepara?
Leggendo il libro di Emmanuel Hadjiandreu, è semplice!

Prima di tutto, la sera prima, bisogna ricordarsi di preparare il poolish (lievito che deve fermentare alcune ore).

POOLISH PER 3 BAGUETTE

1 g di lievito secco attivo (o 2 g di lievito di birra fresco)
125 ml di acqua calda (mai bollente)
125 g di farina bianca (io 0 della Coop)

In una ciotola ho sciolto il lievito con l'acqua e ho aggiunto la farina.
Ho mescolato con un cucchiaio di legno, coperto e messo in frigorifero fino al giorno dopo.


La mattina del 1° maggio, non dovendo partecipare ad alcuna grigliata ed essendo bella arzilla, ho tirato fuori dal frigorifero il poolish e prima di pranzo ho iniziato la lavorazione delle baguette.

IMPASTO

300 g di farina (io sempre 0 della Coop)
5 g di sale
1 g di lievito secco attivo (o 2 g di lievito di birra fresco)
140 ml di acqua calda

Ho sciolto il poolish ed il lievito nell'acqua calda, aggiunto la farina e mescolato sempre con un cucchiaio.
Ho lavorato brevemente a mano e coperto.
Dopo 10 min. ho iniziato a lavorare come per il pan bauletto, direttamente nella ciotola, tirando una parte dell'impasto e portandola verso il centro. Girando la ciotola, ho eseguito questa operazione circa 8/10 volte, in modo da lavorare tutto l'impasto. 
Ho coperto e lasciato riposare altri 10 minuti.
Questa operazione va fatta ad intervalli sempre di 10 minuti per 4 volte.
Dopo la quarta volta l'impasto dovrebbe essere liscio.
L'ho capovolto nella ciotola, l'ho coperto e lasciato lievitare per circa 1 ora.

A questo punto sono andata a fare una bella passeggiata con la famiglia.

Al ritorno ho infarinato bene il piano di lavoro e ci ho rovesciato l'impasto lievitato.
L'ho diviso in 3 pezzi di peso uguale che ho allungato ad ovali e piegato da destra a sinistra, una parte sull'altra.
Ho ripiegato l'estremità superiore del rettangolo di 1/3 verso il centro, premendo l'impasto e ho continuato fino alla fine della pasta a ripiegare in modo da ottenere dei cilindri regolari.

Li ho lasciati, sul piano infarinato, coperti da un telo cerato, per circa 15 min.

Dopo il riposo, ho preso ciascun cilindro ed iniziato l'ultima operazione.
Ho appiattito il cilindro, ripiegato l'estremità superiore di circa 1/3 verso il centro, schiacciando all'estremità e ho continuato sino a chiudere il panetto in un cilindro più sottile.
Ho rotolato l'impasto tra le mani per avere una baguette lunga come la placca del forno e, dopo aver spolverato di farina un canovaccio di cotone li ho messi (separando i cilindri l'uno dall'altro) coprendoli a lievitare l'ultima ora.

Dopo circa 1 ora ho acceso il forno ventilato a 240° e messo una placca da forno in basso.
Ho fatto scivolare le baguette sulla teglia da forno ricoperta con carta forno e le ho incise con una lametta.
Ho preparato una tazza d'acqua e, al momento di infornare le baguette (a metà altezza), ho versato l'acqua nella placca già calda, in modo da provocare vapore.

Hanno cotto per circa 15 min.

Quando le ho tirate fuori, le ho messe su di una gratella a raffreddare.

Se le farete rimarrete stupiti dal rumore che produrranno raffreddandosi.

Per me è stata la parte più emozionante del lavoro ;)

Commenti

Francesca ha detto…
Ciao mi piacciono molto le tue baguette!! Vorrei provarle con il lievito madre liquido, ma non sò in che quantità!!Potresti aiutermi? Ti ringrazio in anticipo. Francesca

Post più popolari