Arrivano le Streghe!



I miei primi corsi di panificazione ho avuto la fortuna di farli con due persone speciali.
Due sorelle gemelle, che mi hanno insegnato i primi passi dell'arte di impastare e che mi hanno dato tanta energia e voglia di provare.
Sono le famose Valeria e Margherita Simili che, prima attraverso il loro libro "Pane e roba dolce" e poi con i corsi, mi hanno davvero insegnato tantissimo.

I loro pani sono semplici, di facile esecuzione per chiunque voglia cimentarsi anche senza troppa esperienza nell'arte bianca, perché le spiegazioni sono chiare e dettagliate e propongono pani che danno "grande soddisfazione" (come dicono anche loro).


Oggi propongo una preparazione davvero semplice, veloce e meravigliosa.

Piace a tutti e va benissimo per accompagnare salumi, salse, aperitivi e un buon bicchiere di prosecco!

Sono sfoglie sottili, pennellate d'olio e cosparse di fior di sale che ricordano i crackers.

Venivano preparate dai fornai bolognesi per provare la giusta temperatura dei loro forni a legna prima di infornare il pane. Venivano chiamate così perché spesso si bruciavano...


Ingredienti

500 g di farina 00
250 g circa di acqua
25 g di lievito di birra fresco (io una bustina di quello granulare attivo 7g))
50 g di strutto 
12 g di sale
olio di semi per spennellare le streghe
fior di sale

Procedimento

Sul piano di legno ho preparato la fontana con la farina.
Nel mezzo ho mezzo ho messo il lievito, lo strutto e, in un buchino nella farina il sale (in modo che non entrasse in contatto diretto con il lievito).
Ho aggiunto l'acqua e impastato per circa 8-10 minuti. 
Ho poi formato una palla di impasto che ho messo a lievitare in una ciotola per circa 45-60 minuti.
Trascorso questo tempo ho preso una porzione di impasto non troppo grande (senza lavorarla), cosparso con poca farina e appiattito un po’ con il mattarello.
Con la macchinetta per la pasta sfoglia ho iniziato dalla prima tacca a tirare una sfoglia fino ad arrivare alla penultima.
Ho acceso il forno a 210°.
Su una teglia coperta con carta forno ho disposto la sfoglia (2/3 per ciascuna teglia), ho spennellato con olio di semi e cosparso con poco fior di sale. Con una rotella tagliapasta dentellata ho tagliato le sfoglie a metà nel senso della lunghezza e poi in diagonale, formando dei rombi. 
Ho fatto cuocere nel forno caldo per circa 8-10 minuti, controllando spesso, le streghe perché tendono a bruciare molto velocemente. 
Ho proseguito in questo modo fino ad esaurimento dell’impasto.




Note di Margherita e Valeria:
- fra la prima e l’ultima infornata, passeranno almeno 50/60 minuti: per evitare che le ultime sfoglie passino di lievitazione è consigliabile che, finito l'impasto, lo si divida in due palle da mettere  lievitare separatamente. Quando saranno lievitate metterne una ben coperta in frigorifero ed iniziare a stendere l'altra. Finito con il primo impasto prendete fuori dal frigorifero il secondo e procedete nello stesso modo;
- conservate le streghe in sacchetti di carta per il pane e, se dovessero perdere di fragranza, passatele per pochi minuti nel forno caldo a 170°-180°.

Commenti

Lo ha detto…
si deve essere davvero belle partecipare ad un corso delle Simili...e raccogliere tanti consigli....sgranocchiosi :D
Barbara ha detto…
@Lo: è stata l'esperienza che ha cambiato il mio approccio con la cucina...entusiasmante!

Post più popolari