12 novembre 2014

L'Angelica e i giorni di pioggia.

Ripropongo una ricetta delle care Sorelle Simili, semplice, profumata e soffice: vi conquisterà!

E' una ciambella lievitata che si prepara davvero velocemente, ma che con il suo profumo riempie davvero la casa di buono, soprattutto in questi giorni carichi di umidità e che pioggia...

In poche parole, come sono solite dire Margherita e Valeria, vi darà molta soddisfazione :)



Lievitino
Gr 135 di farina di forza
Gr 13 di lievito di birra
Gr 75 di acqua

Amalgamare tutti gli ingredienti e lasciare lievitare per 30 minuti.

Impasto

Gr 400 di farina di forza
Gr 75 di zucchero
Gr 120 di latte tiepido
3 tuorli d’uovo
1 cucchiaino di sale
gr 120 di burro


per la glassa
4 cucchiai di zucchero a velo
1 chiara d’uovo

e inoltre
gr 75 di uva sultanina
gr 75 di scorza d’arancio candita
gr 50 di burro fuso

In una ciotola mettere la farina, fare la fontana , mettere al centro il latte tiepido, i tuorli, il sale e amalgamare con un poco di farina.

Unire il burro e finire l’impasto battendo fino a quando si staccherà dalle pareti della ciotola.

Rovesciare sul tavolo, unire il lievitino e battere finché i 2 impasti saranno ben amalgamati.

Rimettere nella ciotola unta e lievitare 1 ora finché sarà raddoppiata.
 Rovesciarla sul tavolo infarinato e stenderla formando un rettangolo di 2-3 mm di spessore, senza lavorarla.

Pennellare abbondantemente con il burro fuso, cospargere con l’uva sultanina, precedentemente ammollata e asciugata , e di scorza di arancio candita e tritata.
Arrotolare il lato più lungo. Tagliare questo rotolo a metà per il lungo con un coltello affilato e sottile, infarinandolo ogni tanto.
Separare delicatamente i 2 pezzi, girarlo tenendo il lato tagliato verso di voi e formare una treccia facendo in modo che la parte tagliata rimanga il più possibile all’esterno.
Mettere su una teglia da forno e chiudere a ciambella.
 Pennellare con burro fuso e far lievitare 30-40 minuti coperta a campana (deve quasi raddoppiare).
Cuocere in forno a 200° C per 30-40 minuti. Nel frattempo diluire i 4 cucchiai di zucchero a velo con chiara d’uovo fino ad avere una glassa semi densa. 
Appena l’angelica esce dal forno, pennellarla con la glassa e lasciarla asciugare. Volendo si può mettere ad asciugare in forno per 30 secondi.








da "Pane e roba dolce" autore Sorelle Simili ed. Fuorithema


Nessun commento: