25 settembre 2015

La pizza senza impasto di Jim!




In quanti modi si può preparare una buona pizza?
Tanti, davvero tantissimi!
Ci sono impasti diretti e indiretti, con lievito di birra o lievito madre, impasti che riposano in frigorifero ed altri che necessitano di riposare a temperatura ambiente per molte ore…insomma le possibilità sono tantissime e negli anni le ho provate davvero tutte(ma non ho ancora finito di sperimentare)!

In fondo amo sperimentare, è la parte bella della mia passione per gli impasti: parto da una ricetta e poi la studio, la cambio, la trasformo e la faccio diventare ciò che più mi piace.

Questo impasto, che ho provato in tante versioni, è davvero comodo, perché in tre ore circa si sforna una pizza in teglia che a casa mia piace davvero tantissimo: sottile, croccante e saporita.
L’idea è presa da Jim, quello delle stecche senza impasto, ma poi si può spaziare con farine e quantità diverse: come sempre gli impasti cambiano nelle nostre mani.

Io ve la consiglio davvero tanto: provatela perché oltre ad essere buonissima è anche veloce e semplice e, lo so già, ne rimarrete conquistati.

Ingredienti per 2 teglie da forno (per 4 persone non troppo affamate ecco!)

450 g di farina 0 (ma anche farina 1, si dovranno solo aumentare un poco i liquidi)
50 g di farina di segale
(potrete usare in ogni caso le farine che preferite, miscelando anche diversi tipi di farine…sbizzarritevi!)
10 g di lievito di birra secco attivo (quello in granulini)
5 g di sale
3 g di zucchero

Ho miscelato il tutto in una ciotola ed ho aggiunto

320 g di acqua a temperatura ambiente (se la farina è di tipo 1 si può arrivare ad utilizzare 350 g di acqua)

Ho mescolato con un cucchiaio di legno per 30 secondi circa, cercando di ottenere una massa idratata e il più omogenea possibile (non sarà mai un impasto liscio e senza grumi eh).

Ho lasciato a lievitare nella ciotola coperta per circa 2 ore.


Dopo questo tempo la massa era bella lievitata!


Ho infarinato il piano di legno con farina di segale e ho versato l’impasto, che ho suddiviso in due palle uguali.


Le ho lasciate riposare per circa 30 minuti scoperte e intanto ho acceso il forno ventilato a 260°.

Ho unto le due placche del forno con olio, spargendolo bene con le mani (non deve essercene in modo eccessivo, ma deve essere ben unta tutta la teglia).

Ho messo ciascuna palla di impasto su di una teglia e con le dita unte ho tirato l’impasto fino ai bordi della teglia (si tirerà molto facilmente, l’impasto è morbido e docile).

A questo punto ho condito le pizze!
Per una ho scelto mozzarella tritata sulla base, patate gialle tagliate sottili e per condire il tutto olio, sale ed erbe di Provenza.


Per la seconda pomodoro condito con olio, sale, peperoncino e origano. La mozzarella tritata in questo caso l’ho aggiunta a metà cottura, per non rischiare di bruciare la mozzarella prima di aver cotto la base.


Cuociono in circa 15/20 minuti e spariranno in pochi minuti ;)


Provatela!

3 commenti:

Anonimo ha detto...

bella ricetta. mi piace perchè tutto fatto a mano . adoro avere le mani in pasta . volevo chiederti se questo impasto posso cuocerlo nel fornetto ferrari . lo trasporto con la pala infarinata di semola sul fornetto . grazie

Anonimo ha detto...

Posso cuocere nel fornetto ferrari infarinando la palette con semola . Grazie da mariapia

La Panificatrice Folle ha detto...

@mariapia certo che puoi cuocerle nel fornito ferrari! Sono certa verranno belle croccanti!