05 ottobre 2015

La focaccia ripiena della domenica sera

La cena della domenica sera è un momento critico, in cui l’idea dell’inizio della nuova settimana di lavoro e di studio s’insinua nella nostra famiglia e rende tutti un po’ tristi e bisognosi di coccole.

Il pasto è utile allora per “consolare” per quanto possibile e “coccolare”, in modo da rasserenare gli animi.

Spesso il piatto giusto per la domenica sera è la pizza: cosa c’è di più gratificante e consolatorio di una buona pizza?

Per questa domenica, però, ho pensato ad una focaccia ripiena davvero semplice e velocissima da preparare, qualcosa che profumi di buono casa e che metta tutti d’accordo!

La pasta per questa focaccia è la stessa che utilizzo per la Focaccia di Recco, focaccia ligure ripiena di stracchino e parmigiano grattugiato (almeno nella mia versione).




Pasta matta per 1 teglia di focaccia

250 g di farina 0
125 g di acqua a temperatura ambiente
25/30 g di olio extravergine di oliva
1/2 cucchiaino raso di sale fino

Ho impastato il tutto velocemente, in modo da ottenere una pasta liscia ed elastica che ho lasciato riposare, coperta, per circa 30 minuti.

Se si vuole preparare la focaccia di Recco sarà sufficiente miscelare 300 g di stracchino con 1 cucchiaio di latte e 30 g di parmigiano reggiano grattugiato.

Dividere la pasta riposata in due palle da tirare prima con il matterello e poi con le dita molto sottile.

Coprire la teglia con carta forno e coprire con la prima sfoglia, in modo che sbordi abbondantemente, coprire con lo stracchino in modo omogeneo, ricoprire con la seconda sfoglia, chiudere bene e praticare qualche buco sulla superficie, in modo da far uscire l’eccessiva umidità.

Spennellare il tutto con olio extravergine di oliva ed infornare a 220/230° fino a coloritura.

Se come me volete qualcosa di “diverso” potrete preparare un composto fatto con spinaci ripassati in padella con olio, aglio e peperoncino (circa 400 g di spianci) ed unirli a dell’ottima ricotta (circa 250 g) condita con noce moscata, sale, pepe e 30 g di parmigiano grattugiato.

Si potrà preparare sia chiusa tra due sfoglie sottili, come per la focaccia di Recco, sia chiusa ad ovale come una traccia alternata, ma la bontà non cambierà!

Noi l’abbiamo servita con affettati e molti sorrisi :)




2 commenti:

Mila ha detto...

Beh a casa mia la domenica sera queste preparazioni sono d'obbligo, per cui o pizza o facaccia o piada, ma non si può finire il week end diversamente!!!!

La Panificatrice Folle ha detto...

@ Mila anche a casa nostra la domenica sera abbiamo bisogno di qualcosa di confortante!