08 febbraio 2017

Churros al forno




Quanto mi piacciono i churros?
Da quando li ho assaggiati a Madrid, alla Chocolatería San Ginés, me ne sono innamorata: sono croccanti e morbidi insieme, davvero golosi!
Certo, mangiati come ho fatto io a luglio, con 45° all'ombra rendono molto meno che in questo periodo di carnevale, ma devo dire che sono stati davvero una scoperta indimenticabile.

Sono preparati con una pasta bignè, fritti, rotolati da caldi nello zucchero :) e, serviti con una densa cioccolata calda: sono davvero da svenimento.

Però (c'è un però) io non amo friggere in casa...e non ne faccio tanto un discorso salutistico (!) o di pulizia della cucina, ma di odio per l'odore che il fritto lascia nella mia zona giorno aperta cucina/sala, salendo sul soppalco ed impregnando tutto.

Quindi, quando ho scoperto che esistevano queste meraviglie preparate al forno, non ci ho pensato un attimo e li ho preparati subito (più volte, confesso), e devo dire che, anche se non sono fritti, non hanno nulla da invidiare agli originali e sono un'ottima golosa merenda da preparare ai miei ragazzi in un attimo.

La ricetta l'ho trovata davvero in tantissimi blog conosciuti e amici, ma quella che ho provato e ripetuto più volte è stata quella di Fragole e Limone e li trovo davvero perfetti!

Consiglio: consumateli caldi, appena tolti dal forno, perché raffreddandosi perdono la correntezza esterna!





CHURROS AL FORNO per circa 30-35 churros

225 g di acqua
110 g di burro
semi di mezza bacca di vaniglia (opzionale)
3 uova medie a temperatura ambiente (io nei mesi freddi conservo le uova a temperatura ambiente)
2 cucchiai di zucchero
1 pizzico di sale
140 g di farina (io 0 o anche 1)

zucchero semolato + cannella a piacere (per rotolarci i churros caldi)

per la salsa al cioccolato

90 g di cioccolato fondente (sul 60% di cacao)
280 g di latte
semi di mezza bacca di vaniglia
1/2 cucchiaino di fecola o maizena (con 2 cucchiai di acqua fredda)


Preparazione

Accendo il forno a 200°C.
In una pentola con il fondo spesso metto acqua, burro e zucchero e riscaldo fino a raggiungere un leggero bollore. 
Mescolo farina e sale e li unisco in un solo colpo all'acqua e burro, mescolando con un cucchiaio di legno fino a che si formerà una palla di composto morbido e malleabile. Cuocio per circa un minuto, cercando di asciugare la massa, dopodiché metto tutto in una ciotola fredda e lavoro sempre con il cucchiaio di legno, allargando la massa, per raffreddarla un poco.
A mano, sempre con il cucchiaio di legno, mescolo aggiungendo, una alla volta le uova, avendo cura di aggiungere l’uovo seguente sempre e solo dopo che il precedente sia stato ben amalgamato nell’impasto.
Da ultima mettere la vaniglia.

Il composto che si ottiene è sodo ma soffice!
Preparo un sac-à-poche, con un beccuccio a stella e metto tutto il composto che spremo sulla teglia, ricoperta da carta forno, in filoncini di circa 10/12 cm.
Se si dovesse far fatica a tagliare i filoncini, si può utilizzare una forbice o un coltello. 
Li spremo non troppo ravvicinati, perché in cottura gonfiano un po'.

Con le mani bagnate spruzzo un po’ di acqua fredda sui churros e inforno: cuociono in circa 18-20 minuti, e comunque fino a doratura.

In un ampio sacchetto di plastica per alimenti mescolo 4-5 cucchiai di zucchero (io uso lo Zefiro) con cannella a piacere (o anche con le spezie da Pain d'épices) e rotolo i churros, 2-3 alla volta, appena escono dal forno.

Per la salsa al cioccolato metto il latte e il cioccolato a pezzetti in un pentolino e scaldo lentamente, fino a sciogliere del tutto il cioccolato.
Appena raggiunto il bollore aggiungo la fecola mescolata con l’acqua e cuocio un paio di minuti, fino ad ottenere una salsa densa.

Servo i churros caldi e profumati di cannella con la salsa e sorrido.





1 commento:

Ilaria ha detto...

Ciao, ma rimangono belli vuoti dentro? Vorrei fare un esperimento!
Ilaria